fbpx

Search Posts

Problema n. 8 nel riconoscimento della biocinesi: te stesso

Perché ti incolpi, che gli altri non riescano a ricordare cosa hanno pensato di te:

La situazione è la seguente: hai z. Il mal di cuore, per esempio, e ora voglio sapere cosa pensava il tuo partner, qual è la domanda che stava pensando, per scoprire quale domanda ora ti ha causato il mal di cuore. Quindi ho mal di cuore, nota che ho mal di cuore e immediatamente penso: "Cosa sta pensando?"
Quindi pronuncio il pensiero "A cosa stai pensando?" Ma volevo dirle cosa pensava prima. E nel momento in cui voglio che lei ricordi ciò che sta pensando, cancellerò la sua memoria del pensiero. Di conseguenza, quando conosci la biocinesi e chiedi agli altri cosa stai pensando, per scoprire da dove proviene il dolore, non riesci a ricordarlo. L'altro deve essere ad un livello in cui possa ricordare i suoi pensieri, anche se qualcun altro vuole che lui ricordi.
Sembra un po 'complicato, ma è piuttosto semplice. Per il momento voglio che qualcuno ricordi, disabilito la sua memoria o la sua capacità di ricordare ciò che sta solo pensando. Questo è per tutti coloro che se ne occupano e che ora si indagano su un problema che essi stessi estinguono e che l'altro può ricordare. Tu stesso disabiliti la capacità di ricordare l'altro.

Rispondi